Vittoria monumentale degli uomini di coach Bucchi che espugnano Malaga ma la vittoria del Paok a Digione condanna gli isolani

La Dinamo Banco di Sardegna saluta a testa alta la Basketball Champions League e lo fa, al netto del risultato finale, con una vittoria importante per l’orgoglio e l’umore espugnando uno dei campi più difficili: quello di Malaga, numero uno del ranking di Basketball Champions League.

PLAY-IN ULTIMA CHIAMATA

Nella cornice del Palacio de Deportes Martin Carpena la Dinamo Banco di Sardegna si gioca la chance di saccate il biglietto per il Play-in: gli uomini di coach Bucchi sono chiamati a vincere sul campo della numero 1 del ranking di Basketball Champions League, con un occhio alla sfida tra Dijon e Paok. Per poter passare alla formazione isolana serve la vittoria dei francesi contro la compagine francese.

AVVIO SUL CAMPO DELLA TESTA DI SERIE

Parte molto bene la formazione di casa che dopo aver concesso i primi due punti a Jamal Jones firma un parziale di 11-0 che annichilisce il Banco: a condurre gli spagnoli Jonathan Barreira, suoi 11 dei primi 16 punti della squadra e primo ad andare in doppia cifra dopo i primi 10’. Rotazione di uomini per coach Piero Bucchi che chiama time out sul 15-4. I suoi si sbloccano con la tripla di Kruslin, ma Lima fa la voce grossa sotto le plance seguito da Carter. Un tecnico sanzionato ai padroni di casa accende i sassaresi che accorciano le distanze dalla lunetta con Robinson e Kruslin e trovano i primi punti di Stephens. Bendzius e Jones, provano a invertire l’inerzia, il tiro allo scadere di Dowe chiude il primo quarto sotto la doppia cifra di svantaggio 28-21. Nella seconda frazione l’ala lituana prova a condurre la Dinamo infilando 8 punti nei primi 5’, ma l’Unicaja resta saldamente avanti con Dedovic, Brizuela e Kalinoski. Dopo aver toccato il -15 (45-30) il Banco trova ossigeno dalla lunetta con Dowe, Stephens, Kruslin e Jones. Il canestro di Perry chiude però il primo tempo 50-39, sul +11 spagnolo.

10/25 dal campo per il Banco, Bendzius 11 punti con 3/6 dal campo

LA DINAMO ALZA LA TESTA

Buon impatto di Gerald Robinson nel terzo quarto: il play di Nashville serve l’assist per Steogens poi trova il canestro: a condurre gli spagnoli è Perry che cn 4 punti di fila scrive il nuovo +12. La reazione sassarese 5 punti consecutivi di Kruslin che riporta il Banco sotto la doppia cifra: a segno Stephens e canestro in fade away per Jones che convince coach Navarro a chiamare minuto. La Dinamo c’è ed è a -5 (60-55). Ancora Jones a punire con personalità la difesa di Malaga: il diciassettesimo punto personale dell’ex Bahcesir dice parità a quota 60 con 3’41’’ da giocare. I padroni di casa però non si perdono d’animo: Lima e Dedovic firmano il +3, Kruslin risponde dall’arco con la terza bomba della sua partita per il 63 pari. Gli uomini di Navarro piazzano un break di 7 lunghezze con Kalinoski, Brizuela e Dedovic: alla terza sirena il tabellone dice 70-63.

TUTTO IN 10 MINUTI

La Dinamo entra con la faccia giusta nell’ultimo quarto: monumentale gioco da 4 punti di Dowe che subisce il fallo sulla tripla. Robinson impatta con 5 punti di fila che dicono parità e sorpasso a 8’ dalla fine. Sul 70-72 timeout Malaga. I padroni di casa si riportano a contatto con Carter e Kravish ma gli uomini di Bucchi restano avanti condotti da un incisivo Robinson: l’ex Monaco è decisivo sia nella costruzione del gioco sia nel finalizzare. Insieme a Jones (a quota 21) negli ultimi 2’ firma il +6 quando inizia l’ultimo giro di cronometro. Bendzius allunga il vantaggio, Dowe scrive addirittura il +10: la Dinamo espugna con onore il Palaciode Deportes Martin Carpena anche se dalla Francia arriva la vittoria del Paok che chiude il cammino europeo del Banco. Una vittoria però destinata a restare a lungo nella memoria: prima degli isolani solo il Real Madrid ha vinto a Malaga in questa stagione. Una vittoria dalla quale la Dinamo deve trarre energia e morale, per affrontare al meglio il campionato da adesso in poi.

Unicaja Malaga – Dinamo Banco di Sardegna82-92

Parziali; 28-21; 22-18; 20-24;12-29.

Progressivi: 28-21; 50-39; 70-63; 82-92.

 

Malaga. Osetkowski, Ejim, Kalinoski, Lima, Barreiro, Brizuela, Carter, Dedovic, Thomas, Saint-Exupery, Kravish, Perry. All.Ibon Navarro

Dinamo. Robinson , Kruslin , Jones , Bendzius , Stephens , Dowe , Raspino, Devecchi, Treier, Diop , Chessa, Gandini. All. Piero Bucchi

QUI le statistiche del match

 

QUESTA la classifica finale del girone

 

Fonte: dinamobasket.com