Al termine di Milano-Virtus Bologna di Eurolega, in sala stampa hanno parlato i due allenatori. 

Queste le parole di Sergio Scariolo: 

“È una vittoria veramente bella in un campo molto complicato contro un avversario forte. Sono particolarmente contento per i nostri tifosi che ci hanno seguito in questa trasferta con una folta rappresentanza. La scorsa settimana abbiamo perso una partita in casa e ci ha lasciato rammarico visto che abbiamo perso facendoci recuperare.
Abbiamo rispettato il nostro piano partita, soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva e i punti concessi a Milano. Hanno segnato 23 punti nel primo e 36 nel resto della partita. All’Olimpia mancavano giocatori importanti e va ammesso.
Abbiamo giocato una partita dura, intensa. Ma dobbiamo ancora crescere, allenarci e giocare sempre meglio”. 

La pazienza avuta per tutta la partita “Lo siamo stati quasi fino alla fine. Solamente alla fine ci siamo fatti mettere un po’ di pressione e abbiamo perso qualche pallone. Una cosa su cui sto insistendo in queste settimane per trovare la quadra tra tutti gli elementi della squadra. L’atteggiamento è stato giusto, abbiamo lottato e credo meritato di vincere.
Questo atteggiamento ci dovrà accompagnare nel futuro per non ripetere partite come quella di Kaunas e quella in casa contro l’ASVEL. Abbiamo molti esordienti e quindi è abbastanza normale”. 

Un giudizio su Hackett. “Ha fatto un buon lavoro. Non è in un momento brillante. Ma è importante che un giocatore di squadra riesca a dare un contribuito come può. Oggi ha fatto una grande difesa su Pangos. Crescerà nel corso della competizione, ma direi che oggi quasi tutti hanno fatto il proprio lavoro in difesa”. 

La partita di Teodosic. “Ha fatto una partita eccezionale. È stato chirurgico nonostante la difesa su di lui. Ha avuto pazienza e ha colpito quando ha avuto spazio. Ha messo dei canestri importanti. Credo che anche in difesa abbia fatto del suo meglio. Questo ci permette di tenerlo in campo qualche minuto in più ed esprimere al meglio il suo talento”. 

Queste le parole di Ettore Messina: 

“Complimenti alla Virtus. Sono stati bravi a sopravvivere ad una difficile partenza. Abbiamo giocato molto bene nel primo quarto poi c’è stato un collasso. Abbiamo rifiutato di prenderci dei tiri e delle decisioni. Abbiamo giocato a tratti in maniera depressa. In questo momento non è giusto puntare il dito sui giocatori, ma la responsabilità è mia. Perciò lavoreremo duro per superare questo momento di difficoltà”. 

La preoccupazione sulle difficoltà offensive. “Fare 60 punti in casa è un problema non da poco. Non riusciamo a creare vantaggi. Se poi passiamo dei tiri buoni diventa difficile giocare”. 

Nell’immagine Ettore Messina e Sergio Scariolo, foto Ciamillo-Castoria