Il 2023 della Germani Basket Brescia comincia dal luogo che più le ha creato dispiacere nell’anno dei record appena terminato. Si tratta del PalaSerradimigni di Sassari, dove all’incirca 7 mesi fa tramontarono i sogni e le speranze scudetto della Leonessa. Il luogo infatti è proprio quello della sconfitta con annessa eliminazione dai quarti di finale della poole scudetto 2022. Le due sconfitte patite in Sardegna misero fine alla serie (3-1 il risultato finale) e alle speranze di vittoria degli uomini di Magro che arrivarono alla sfida con diversi infortunati, dopo aver coronato una stagione senza eguali. Ma domani è diverso da ieri e sicuramente la voglia di rivalsa sarà tanta.

La formazione bresciana arriva a questa prima sfida dell’anno forte della vittoria in campionato contro Reggio Emilia che ha posto fine alla mini striscia negativa. Le sconfitte contro Reyer e Virtus sono state spazzate via da una prova corale sontuosa e senza sbavature, complice una prestazione sopra le righe di David Cournooh. Per dare seguito alla vittoria di coppa contro il Bursaspor serviva fare risultato anche in campionato e così è stato. La prima delle “quattro finali” è stata portata a casa, ora ne mancano tre prima della fine dell’andata. L’obbiettivo di restare all’interno delle prime 8 squadre, che si sfideranno a febbraio per la conquista della Coppa Italia, è più che mai vivo e non vuole essere lasciato per strada.

L’avversario da affrontare non è lo stesso della passata edizione dei play off scudetto, in più è fresco di eliminazione dalla Champions League. Oltre ha questo vanno aggiunti i mancati recuperi di Gentile e Traier, forse uno dei due può farcela per domani sera, e la sconfitta in campionato contro Venezia. Il team sardo però è compatto e pare aver trovato la direzione giusta per ottenere risultati, in più in caso di vittoria ci sarebbe l’aggancio in classifica. Questo sta a significare che anche per i sardi non è troppo tardi per ambire ad un posto tra le pretendenti che si giocheranno il primo trofeo del nuovo anno.

Per quanto riguarda le assenze, coach Magro dovrà anche per questa trasferta rinunciare a Nikolic, appena arrivato proprio da Sassari e già infortunato. Ovviamente staranno a guardare la sfida anche i lungodegenti Caupain e Petrucelli, ma i compagni in queste ultime settimane hanno dimostrato di aver assimilato bene la loro assenza.

La palla a due verrà alzata domani sera alle ore 20:30 e siamo sicuri che saranno botti di Capodanno in tutti i sensi.

in foto: David Cournooh (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi