Le parole del coach dell’Olimpia Milano Mario Fioretti dopo il successo in rimonta contro il Monaco nel quindicesimo turno di Eurolega:

“Abbiamo cominciato la partita abbastanza bene in attacco, ma abbiamo avuto problemi con il tagliafuori e quello che ci ha ucciso nel primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, poi nel quarto periodo la nostra difesa, soprattutto negli ultimi minuti quando non hanno segnato è stata di altissimo livello ed abbiamo cominciato a fare canestro, abbiamo creato e segnato buoni tiri. Complimenti ai ragazzi, non era facile ribaltare questa situazione e l’hanno fatto complimenti. Dopo l’espulsione di Hines, i ragazzi hanno pensato che ce la potessero far comunque, ha dato una grande carica ai ragazzi e penso anche al pubblico, che questa sera era proprio il pubblico delle grandi occasioni e dall’espulsioni in poi ci hanno trascinato anche loro. Da lì siamo ripartiti per rientrare in partita. Con il fatto che avevamo Luwawu-Cabarrot in dubbio, abbiamo pensato subito di avere un po’ di fisicità e quindi Ettore ha pensato che fosse la scelta giusta dare spazio a Ricci dall’inizio, ha fatto una partita solida ed è stato decisivo sicuramente. Una vittoria importante, prima vittoria in casa, da quì pensare che sia tutto apposto ce ne di strada, ci sono ancora tante cose da fare. Avete visto che nei primi due quarti abbiamo faticato a rimbalzo, come ci succede spesso nel secondo quarto. È un passettino di miglioramento, anche perchè abbiamo avuto tre giorni per allenarci, per fare un lavoro importante ed aggiustar le cose. Penso sia una buona prova, un passettino in avanti. Sul suo debutto in Eurolega, la prima cosa che pensi di fare è di non far danni e poi quando la partita parte, ti perdi dentro la partita e pensi solo a continuare a far la scelta giusta ed a fare la cosa giusta durante la partita. La tensione viene un po’ prima, già c’è solitamente in particolare se devi sostituire uno come Ettore”.