Le parole dei due coach, quello di Treviso Marcelo Nicola e quello di Trieste Marco Legovich, dopo il loro scontro nel quindicesimo turno di LBA:

 

MARCELO NICOLA:

“Sicuramente non siamo riusciti a mettere la partita sui binari giusti, siamo stati troppo ansiosi dall’inizio dalla partita ed abbiamo subito la fisicità della squadra avversaria, senza mai riuscire a mettere la nostra fisicità ed a prendere l’inerzia della partita, ci ha messo in grossa difficoltà e si vede dalle percentuali. Alcuni tiri da tre punti sono stati presi dall’ansia e così è difficile giocare, soprattutto se ce ne fanno 88 e noi appena 69. La scelta di ruotare a sette è per puntare su giocatore più esperti, facevamo fatica a far canestro e così abbiamo visto se uno dei giocatori più esperti si sbloccava. Dovremo lavorare sulla nostra mentalità, quando abbiamo giocato leggeri mentalmente abbiamo giocato bene, non è facile quando quest’ansia ti trattiene e non ti fa giocare con la testa libera”.

 

MARCO LEGOVICH:

“È stata una partita con una cornice di pubblico spettacolare da ambo le parti e penso che non potevo immaginare una partita migliore da parte della mia squadra, vincere al Palaverde di +19. Venivamo da una vittoria con Scafati, penso che abbiamo replicato un’ottima partita difensiva, tenere Treviso sotto i 20 punti in tutti i quattro periodi non è facile. Faccio i complimenti ai ragazzi, sono stati eccezionali. Riguardo alla partita siamo stati bravi e lucidi nell’attaccare diversi tipi di difese che Treviso ha proposto, trovando sempre il libro giusto nel nostro zainetto tecnico per trovare quelle che erano le contromosse da fare. Cinque giocatori in doppia cifra, un’applicazione importante da parte di tutti. Sono veramente contento di quello che stiamo facendo, i risultati ci stanno dando ragione, ma non dobbiamo essere soddisfatti ed essere un gruppo che deve aver sempre fame”.