Si apre con una sconfitta per 84-78 la prima stagionale di Brescia. La squadra di coach Magro apre molto bene il nuovo corso, viaggia in parità con l’avversario per tutto il primo tempo, vola sul più 12 a inizio ripresa, si fa rimontare e alla fine è costretta a soccombere. Nonostante tutto però il pubblico non esce deluso dal palazzo perché la squadra ha dimostrato che si c’è ancora molto da lavorare ma la strada è quella giusta. Per Treviso, che già aveva esordito con Napoli vincendo 68-58, una buona conferma del lavoro fatto fin qui da coach Menetti. Brescia era un banco di prova importante e l’esame è stato ampiamente superato. Sugli scudi Akele (18 punti e top scoorer trevigiano), Chillò e l’ex Bortolani che si accende nell’ultimo quarto e uccide il finale della partita. Per Brescia grande prova di Moore che mette a referto 18 punti, con 3 assist e 2 rimbalzi. Buone le prove anche di Della Valle e Mitrou-Long che sono però calati alla distanza.

Cronaca:

I primi minuti di questo match vedono Brescia cercare subito di diluire il gioco offensivo tra i due nuovi arrivi Della Valle e Mitrou-Long che offrono una buona circolazione del pallone. Treviso dal canto suo oltre che ad emulare gli avversari nella rotazione del mezzo cestistico, si affida con intensità alle conclusione dall’arco dei 6,75. Le due difese sostanzialmente si equivalgono e il punteggio dopo 5’ è di 8-9 per gli ospiti. Nella seconda metà del quarto la molteplicità dei cambi fatta dai due coach non intacca lo spettacolo che è davvero gradevole. La Germani comincia ad approcciare la conclusione da fuori con più insistenza ed il rientrante Lee Moore infiamma il palazzo. Con una bomba ed un gioco da tre punti permette alla squadra di chiudere il quarto in vantaggio per 20-19. Per gli ospiti buone prove di Akele e Chillò con Sims  un po’ estraniato dal contesto.

Il secondo periodo si apre con la squadra di coach Menetti portarsi sul +4 grazie ancora ad Akele ed ai primi punti di Sims. La Germani però spegne subito gli entusiasmi e pareggia i conti a 26 con una schiacciata di Eboua. L’aggressività difensiva la fà da padrone e Treviso sembra più pronta in questo fondamentale mettendo in difficoltà le offensive Germani. Gioca meglio la squadra ospite ma non riesce a capitalizzare più del dovuto infatti a 2 dalla pausa lunga è in vantaggio di una sola lunghezza (32-33). Un canestro per parte ed uno 0/2 di Sokolowski dalla lunetta chiudono il primo tempo sul 34-35 per i trevigiani.

La ripresa si apre con gli uomini di coach Magro, costantemente supportati dal pubblico, che innestano la quarta e in 60 secondi mettono a segno 6 punti che annichiliscono Treviso. Due canestri da 3 siglati dalla coppia Mitrou-Long- Della Valle portano addirittura Brescia sul +10 (46-36). Ad interrompere il parziale di 11-0 ci pensa Chillo, che mette a referto da tre i primi punti del secondo tempo trevigiano. La Germani, che sul finale del primo tempo pareva in difficoltà, spezza l’equilibrio con una gestione del pallone e un’aggressività difensiva che  sono aumentate esponenzialmente. La Nutribullet ricuce leggermente lo strappo con Akele e Russell. A 3’ dalla fine del quarto è +7 Brescia (57-50). Una bomba di Dimsa riporta a -4 la formazione ospite ed il quarto si chiude proprio con questo canestro. 57-53 Germani a 10’ dal termine.

L’ultimo quarto si apre con i veneti che in un amen si portano in parità grazie a Jones e all’ex Bortolani. I padroni di casa provano a scappare nuovamente con Moore che si riaccende e con 5 punti consecutivi entusiasma nuovamente il palazzo. Dopo due liberi di Bortolani e un canestro di Sims, un’altra bomba di Moore rimette la Leonessa avanti di 6. Altri 4 punti in fila trevigiani riportano il punteggio sul +2 Brescia a 4′ dalla fine (72-70). Le due squadre continuano ad equivalersi ed è ancora un canestro dell’ex bresciano a rimettere la situazione in parità a quota 72 a 120” dal termine. Sokolowski ed Imbrò permettono a Treviso di rimettere il naso avanti. Akele affonda la schiacciata, 2 bombe di Gabriel riportano Brescia sul -1, ma ancora Bortolani da tre e un 2/2 di Sokolowski chiudono il match. Vittoria ospite per 84-78.

Qui le statistiche dell’incontro.

in foto Nikola Akele (Ciamillo-Castoria)

Riccardo Chiorzi