Dopo la deludente sconfitta casalinga rimediata venerdì sera contro l’Asvel in Eurolega, la Segafredo si rituffa nel campionato cercando un riscatto contro Reggio Emilia, sempre fra le mura amiche del PalaDozza. Quella contro i francesi è stata davvero una gara buttata, dopo aver giocato un primo tempo di ottimo livello, in cui tutti avevano fornito un buon contributo, la palla era girata nel modo giusto e si erano viste ottime applicazioni difensive. Al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Sergio Scariolo hanno dimenticato di riattaccare la spina, ed il vantaggio di quattordici punti con cui si era chiusa la prima parte di gara (era stato anche di diciannove), è stato dilapidato da un quintetto rimasto per troppo tempo sul parquet nel terzo quarto, senza mai dare un sussulto che potesse pensare ad una vera reazione.

Archiviata questa disavventura, non senza aver riflettuto sulle possibili cause, questa sera bisogna resettare tutto quanto ed affrontare una Reggio Emilia reduce dal successo casalingo contro Brindisi. La Virtus dovrà fare molta attenzione a non commettere l’errore di distrarsi contro i ragazzi di Coach Menetti, Reggio in questa stagione ha messo insieme un bel gruppo con dei lunghi particolarmente insidiosi, molto dinamici e attivi sotto canestro (Reuvers primo in campionato e in Champions per stoppate e Hopkins primo nei rimbalzi difensivi). Sugli esterni la Unahotels conta sull’esperienza dell’inesauribile Andrea Cinciarini e di una vecchia conoscenza del pubblico Virtussino, quel Michele Vitali, bolognese di nascita, cresciuto proprio nelle giovanili bianconere e facente parte di quella Virtus che retrocesse nel campionato 2015/16. A Reggio ha trovato contratto anche Kassius Robertson, canadese visto in maglia Fortitudo nella stagione 2019/20.

La gara di questa sera dovrà presumibilmente essere quella del riscatto per la Segafredo, dopo l’amarezza subita in coppa, e potrà essere un buon momento per dare minuti a Toko Shengelia, rientrato venerdì sul parquet, che ha sicuramente bisogno di giocare per riacquisire quella confidenza sul terreno di gioco, che sarà molto utile alla Virtus nelle prossime gare in programma.

Le infermerie fortunatamente sono poco frequentate, solo quella Virtussina deve registrare ancora una volta il nome di Awudu Abass fra gli atleti non disponibili, il nativo di Como, sta ancora svolgendo un lavoro di recupero che lo porterà appena possibile ad allenarsi nuovamente coi compagni.

Palla a due alzata alle ore 20,30, agli ordini dei signori Lanzarini, Paglialunga e Valleriani. Sarà visibile sul canale televisivo Eleven Sports e la si potrà seguire in radio dalle frequenze di Radio Nettuno Bologna Uno, grazie all’immancabile voce di Dario Ronzulli.

 

Alessandro Stagni