Il battito del cuore che non si ferma neanche dopo la sirena, i tifosi di Scafati questo avranno provato nel finale di partita tra la Givova Scafati e la VL Pesaro, gara conclusasi 83-82 in favore dei campani che, però, hanno dovuto soffrire fino alla fine per portare a casa i due punti.

Pesaro per tutta la sfida sembra avere qualcosa in più dei campani che, privi di Logan, si trovano in difficoltà nei tiri da tre e infatti non riescono a ingranare per quasi tutti i 40 minuti, cosa che invece funziona ai marchigiani i quali trovano triple anche molto difficili con Bluiett.

Gentile cerca di trascinare i suoi a suon di canestri ma il distacco rimane ampio e non sembra ricucirsi neanche nel terzo periodo, se non nel finale di quarto dove Scafati si riavvicina e non poco. Ultimo periodo che entrambe le squadre giocano al meglio cercando di non prendere vantaggio e allontanarsi, Scafati sembra riprendersi ma Pesaro è brava a tenerla lontana e spegnere volta dopo volta il tifo del PalaMangano con triple anche allo scadere dei 24 secondi e complicate da segnare, si arriva sul 79-80 con circa un minuto e qualcosa da giocare.

Scafati ha la possibilità di andare in vantaggio, Gentile viene raddoppiato sul lato ma vede Nunge libero sotto canestro e lo serve, l’americano non sbaglia e appoggia l’81-80. Successivamente Pesaro non riesce a segnare e Robinson recupera un pallone fondamentale che arriva in contropiede a Rivers, in velocità il numero 23 prova a schiacciare senza successo, si accontenta dei due tiri liberi, li mette entrambi.
Blakes commette due falli che lo tolgono dalla partita e consegnano due liberi a Cinciarini, l’italiano non sbaglia, si va sull’83-81 con 11 secondi da giocare.

Fallo su Pinkins da rimessa, l’ala sbaglia entrambi i tiri liberi ma Rossato recupera il rimbalzo, ma la palla rimbalza fuori dal campo e regala l’ultimo possesso a Pesaro.
6 secondi circa da giocare, McDuffie prova a penetrare subito ma sbaglia, cerca di correggere Visconti ma il tiro sbatte contro il tabellone, finisce 83-82.

Epilogo di gara incandescente, quello per cui noi amanti del basket viviamo, che premia Scafati, rimasta sempre in partita e capace di vincerla in volata. Pesaro butta via una partita che poteva benissimo vincere per come si era messa.

Foto di Ciamillo Castoria